Dimensione testo » A+ | A–

Richiesta accesso ai dati sulle cave: Legambiente diffida il Comune

Share
Print Friendly, PDF & Email

 

Al responsabile del settore marmo
del Comune di Carrara,
geom. Mario Marisaldi


e p.c. alla stampa
Oggetto: richiesta di accesso (diffida ad adempiere)

premesso che

  • il 29 aprile 2006 la sottoscritta Mariapaola Antonioli, nella sua qualità di presidente del circolo Legambiente di Carrara, ha presentato una richiesta di accesso ai dati relativi ai quantitativi di marmo estratti da ciascuna cava (suddivisi per tipologia: blocchi, informi, scaglie, terre);

considerato che

  • il termine di 30 giorni fissato dalla L. 241/1990 e dal D. Lgs. 195/2005 per soddisfare la richiesta è abbondantemente scaduto (sono già passati 98 giorni!), senza che il Suo ufficio ci abbia comunicato i motivi che giustifichino un’eventuale proroga (violando così il D. Lgs. 195/2005, art. 3, comma 2);
  • il 25 luglio Lei ci ha convocato, assieme al Comitato SOS Carrara (che aveva avanzato una richiesta relativa al transito giornaliero di camion), per consegnare a ciascuno i dati richiesti;
  • in tale occasione, dietro Sua richiesta, le abbiamo spiegato i motivi del nostro interesse per tali dati: individuare l’eventuale presenza di cave che, violando le norme, sbriciolano i nostri monti provocando un impatto ambientale ingiustificato (in particolare, inquinamento delle sorgenti). Apprese le motivazioni, Lei si è premurato di consultare il dott. Lino Buselli per assicurarsi che non vi fossero motivi ostativi alla consegna della documentazione richiesta. Considerate le riserve espresse dal dott. Buselli (relative alla presunta “privacy” delle aziende), la documentazione non ci è stata consegnata assicurandoci che avremmo comunque ricevuto una risposta il giorno successivo. Da allora è trascorsa oltre una settimana senza risposta, nonostante i ripetuti solleciti al dott. Buselli e le sue reiterate assicurazioni;

fa presente che

  • ai sensi del comma 4 dell’art. 5 del D. Lgs. 195/2005, la richiesta di accesso ai dati non può essere respinta qualora riguardi emissioni nell’ambiente; in altre parole, le motivazioni della nostra richiesta avrebbero dovuto funzionare da “lasciapassare” (in quanto di preminente interesse pubblico), rimuovendo ogni eventuale remora, anziché sollevare ipotesi pretestuose di privacy;

chiede pertanto

  • la consegna sollecita, senza ulteriori indugi, della documentazione richiesta, completa in tutte le sue parti o, in ogni caso, le motivazioni scritte del diniego; per accelerare i tempi, chiede risposta per posta elettronica ( legambiente.carrara@infinito.it )

con riserva

  • di ricorrere a vie legali nel caso di ulteriori indugi, di incompletezza della documentazione o di motivazioni di diniego illegittime.

Distinti saluti

Carrara, 4 agosto 2006
Legambiente Carrara



Per saperne di più:

Sulla tenace resistenza del Comune, in violazione della legge, a consegnare i dati sulle cave:

Al sindaco e a Marisaldi la maglia nera per la trasparenza (24/5/2007)

Commissione cave: le associazioni chiedono a Vannucci i dati sulle cave (15/5/2007)

Bavaglio e dati nascosti: Vannucci vuole una commissione cave di burattini (20/4/2007)

Cave, camion, sorgenti: vogliamo vederci chiaro (12/4/2007)

Vannucci vuole mettere il bavaglio alla Commissione cave: chi ha paura della verità? (3/4/2007)

La pazienza è finita: esposto alla Procura della Repubblica per mancata consegna dei dati sulle cave (3/4/2007)

Consegna dati sulle cave: l’ennesima risposta evasiva del Comune (22/3/2007)

Il Comune scuce i dati sulle cave col contagocce: la nostra riserva di pazienza è finita (5/3/2007)

Ultimo avviso al Comune, prima della denuncia alla magistratura, per la mancata consegna dei dati sulle cave (27/2/2007)

Dopo quasi un anno il Comune consegna solo dati parziali sulle cave (9/2/2007)

Il Comune preannuncia la consegna dei dati sulle cave (26/1/2007)

La rapina delle cave: l’assessore al marmo, Vannucci, non crede ai dati che ci ha fornito (6/1/2007)

Finalmente il Comune consegna i dati 2005 sulle cave: e gli altri anni? (3/1/2007)

Dopo il pronunciamento del difensore civico: adesso il Comune ci consegni i dati sulle cave! (20/11/2006)

Il difensore civico dà ragione a Legambiente. Il Comune deve consegnare i dati sulle cave (15/11/2006)

Il Comune nega i dati sulle cave. Legambiente ricorre al difensore civico (5/9/2006)

Marisaldi nega i dati sulle cave. Legambiente chiede al sindaco provvedimenti disciplinari (19/8/2006)

Richiesta accesso ai dati sulle cave: Legambiente diffida il Comune (4/8/2006)

Legambiente chiede al Comune i dati dei quantitativi escavati da ciascuna cava (29/4/2006)

 


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *