Dimensione testo » A+ | A–

Dopo il pronunciamento del difensore civico: adesso il Comune ci consegni i dati sulle cave!

Share
Print Friendly, PDF & Email

 

Al responsabile del settore marmo del Comune di Carrara, geom. Mario Marisaldi
 
e p.c.
al Segretario comunale, dott. Lino Buselli
al Direttore Generale, dott. Marco Tonelli
al Sindaco, dott. Giulio Conti
alla stampa 

 

Oggetto: richiesta di accesso ai dati sulle cave

 

Il difensore civico ha confermato l’obbligo del Comune a consegnare i dati a Legambiente

Il Difensore Civico, dott. Fernando Bertoli, si è pronunciato nei seguenti termini:

«In riferimento all’oggetto ed ai colloqui intercorsi sull’argomento, Le confermo il Suo obbligo, in qualità di dirigente e di responsabile del procedimento, di fornire alla segreteria di Legambiente Carrara, i dati relativi e dettagliati cava per cava dei quantitativi di materiale escavato.

A parere dello scrivente non è giustificato il rifiuto di mettere a disposizione dei dati che in base alla legge non sono sensibili e non violano la normativa sulla privacy.

Si suggerisce, comunque, di fornire i dati richiesti cava per cava, divisi per “canaloni”, omettendo il nome delle aziende estrattive, utilizzando un criterio numerico od alfabetico».

 

Marisaldi ci consegni i dati, come dispone la legge

Nel ricordarle che dalla nostra richiesta del 29 aprile sono ormai trascorsi 208 giorni (contro i 30 previsti dalla legge) le chiediamo di consegnarci i dati richiesti, preferibilmente per posta elettronica ( legambiente.carrara@infinito.it ).

Facciamo osservare che, come già precisato nelle nostre del 4 e del 19 agosto e come riconosciuto dal Difensore Civico, i dati non violano la legge sulla privacy (come pretestuosamente suggerito dal dott. Buselli).

Nonostante il “suggerimento” del Difensore Civico, chiediamo perciò di ottemperare pienamente al D. Lgs. 195/2005, non omettendo il nome delle aziende estrattive.

Nell’attesa di una sollecita consegna (visto anche che i dati richiesti sono già pronti da alcuni mesi), le ricordiamo il suo dovere di considerare la legge al di sopra del parere del dott. Buselli.

 

I dati ambientali devono essere pubblicati sul sito internet del Comune!

Chiediamo inoltre al Sindaco e al Direttore Generale di attivarsi affinché i quantitativi estratti (suddivisi per tipologia di materiale e cava per cava) ed altri dati di interesse ambientale (es. transito giornaliero di camion) siano resi disponibili sul sito internet del Comune (con adeguato aggiornamento), in ottemperanza dell’art. 1, comma 1, lettera b del D. Lgs. 195/2005, che così recita:

«garantire, ai fini della più ampia trasparenza, che l’informazione ambientale sia sistematicamente e progressivamente messa a disposizione del pubblico e diffusa, anche attraverso i mezzi di telecomunicazione e gli strumenti informatici, in forme o formati facilmente consultabili, promuovendo a tale fine, in particolare, l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione».

Distinti saluti.

Carrara, 20 novembre 2006
Legambiente Carrara

 



Per saperne di più:

Sulla tenace resistenza del Comune, in violazione della legge, a consegnare i dati sulle cave:

Al sindaco e a Marisaldi la maglia nera per la trasparenza (24/5/2007)

Commissione cave: le associazioni chiedono a Vannucci i dati sulle cave (15/5/2007)

Bavaglio e dati nascosti: Vannucci vuole una commissione cave di burattini (20/4/2007)

Cave, camion, sorgenti: vogliamo vederci chiaro (12/4/2007)

Vannucci vuole mettere il bavaglio alla Commissione cave: chi ha paura della verità? (3/4/2007)

La pazienza è finita: esposto alla Procura della Repubblica per mancata consegna dei dati sulle cave (3/4/2007)

Consegna dati sulle cave: l’ennesima risposta evasiva del Comune (22/3/2007)

Il Comune scuce i dati sulle cave col contagocce: la nostra riserva di pazienza è finita (5/3/2007)

Ultimo avviso al Comune, prima della denuncia alla magistratura, per la mancata consegna dei dati sulle cave (27/2/2007)

Dopo quasi un anno il Comune consegna solo dati parziali sulle cave (9/2/2007)

Il Comune preannuncia la consegna dei dati sulle cave (26/1/2007)

La rapina delle cave: l’assessore al marmo, Vannucci, non crede ai dati che ci ha fornito (6/1/2007)

Finalmente il Comune consegna i dati 2005 sulle cave: e gli altri anni? (3/1/2007)

Il difensore civico dà ragione a Legambiente. Il Comune deve consegnare i dati sulle cave (15/11/2006)

Il Comune nega i dati sulle cave. Legambiente ricorre al difensore civico (5/9/2006)

Marisaldi nega i dati sulle cave. Legambiente chiede al sindaco provvedimenti disciplinari (19/8/2006)

Richiesta accesso ai dati sulle cave: Legambiente diffida il Comune (4/8/2006)

Legambiente chiede al Comune i dati dei quantitativi escavati da ciascuna cava (29/4/2006)

 


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *