Dimensione testo » A+ | A–

Variante al piano strutturale: violata la legge sulla partecipazione. Appello al Difensore Civico regionale

Share
Print Friendly, PDF & Email

 

Spett.le
Giorgio Morales
DIFENSORE CIVICO REGIONE TOSCANA
Via Dè Pucci, 4 – 50122    FIRENZE

Spett.le
Roberto Valettini
DIFENSORE CIVICO PROV. DI MASSA E CARRARA
Piazza Degli Aranci, 35 – 54100    MASSA   MS

Spett.le
Alessandro Bononi
DIFENSORE CIVICO DEL COMUNE DI CARRARA
Piazza 2 Giugno – 54033    CARRARA

 
e p.c. (e-mail):

Claudio Martini
PRESIDENTE REGIONE TOSCANA

Osvaldo Angeli
PRESIDENTE PROVINCIA MASSA E CARRARA

Agostino Fragai
ASSESSORE ALLE RIFORME ISTITUZIONALI

Riccardo Conti
ASSESSORE AL TERRITORIO ED INFRASTRUTTURE

Massimo Morisi
GARANTE  COMUNICAZIONE  REGIONE TOSCANA

Lino Buselli
GARANTE COMUNICAZIONE COMUNE DI CARRARA

Nicoletta Migliorini
RESPONSABILE PROCEDIMENTO VARIANTE P.S.

Eleonora Paglini
DIRIGENTE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE MS

Angelo Zubbani
SINDACO COMUNE DI CARRARA

Ai Consiglieri del
COMUNE DI CARRARA

ALLA STAMPA TUTTA

 

Oggetto: Denuncia mancato rispetto Legge Regionale 03 gennaio 2005, n.1 e Legge Regionale 27 dicembre 2007, n 69
 

Il Circolo Legambiente Carrara, in merito alla procedura seguita dall’Amministrazione comunale di Carrara per l’adozione della Variante del Piano Strutturale, fa presente quanto segue:

  • In ottemperanza agli art. 19 e 20 della L.R. Toscana 1/2005 il Consiglio Comunale di Carrara, con delibera n. 42 del 23.04.2003, ha nominato Garante della Comunicazione, relativamente al procedimento per la Variante al Piano Strutturale, l’avv. Lino Buselli (Segretario Comunale), il quale avrebbe dovuto garantire la partecipazione dei cittadini in ogni fase del procedimento.
    Considerato che, proprio grazie al suo intervento personale, ci fu negato l’accesso ai dati sui quantitativi di marmo estratti dalle cave (per ottenere i quali ci occorse un anno e fummo costretti a ricorrere alla magistratura, non essendo stato sufficiente il pronunciamento favorevole del difensore civico), ci permettiamo di giudicare quantomeno poco felice tale nomina.
  • L’attuazione della partecipazione è stata disattesa sia in fase di Valutazione Integrata cosi come promuove la L.R. n°1/2005 al capo I art. 11, sia in fase di realizzazione del Piano Strutturale (si vedano gli art. 7 capo II e 19 capo III della stessa legge). Lo stesso “Schema del Piano di Partecipazione dei Cittadini” del Comune di Carrara, adottato con delibera di Giunta n° 61 – 26 Febbraio 2008, non è stato rispettato.
    L’Amministrazione, infatti, con l’avallo del Garante stesso, vuol far passare la mera esposizione della Valutazione integrata e delle linee guida della Variante come reale partecipazione (si veda la Relazione del Garante della comunicazione).
  • In realtà, durante gli incontri pubblici, non è stato possibile al pubblico intervenire per porre domande, avanzare proposte o esprimere dissenso.
    Anche nel corso dell’unico incontro che l’Amministrazione ha organizzato con la nostra Associazione non si è mai riusciti a entrare nello specifico della Variante, non ci sono state mostrate carte e l’Assessore si è limitato a dichiarazioni generiche sulla filosofia della Variante stessa, demandando le scelte concrete, zona per zona, al Regolamento Urbanistico che dovrà essere ridefinito dopo l’approvazione della Variante.
    È ovvio che, in tali condizioni, parlare di reale processo partecipativo intorno alle scelte per la città futura è decisamente ingannevole.
chiede pertanto
 

di sospendere l’adozione dell’intero Piano Strutturale per consentire un processo partecipativo più moderno, più inclusivo, più informato e soprattutto reale, il cui prodotto finale possa essere una Variante condivisa e soprattutto realmente rispondente ai bisogni della collettività e non agli interessi edificatori di poche persone.

In attesa di un vostro sollecito intervento, porge cordiali saluti.

Carrara, 26 ottobre 2009
Legambiente Carrara
la Presidente, Mariapaola Antonioli

 



Per saperne di più:

Sulla partecipazione alle scelte sul futuro della città:

Il garante regionale: «il regolamento del Comune di Carrara è legittimo, ma senza partecipazione non c’è buon governo del territorio» (23/8/2010)

Le associazioni scrivono al garante della Toscana «il Comune di Carrara svuota la legge sulla partecipazione» (17/8/2010)

Il Comune stravolge il regolamento regionale sul garante della comunicazione! Intervento in consiglio comunale (26/7/2010)

Dal processo partecipativo sul water front: una lezione di democrazia (19/7/2010)

Il percorso partecipativo sul water front promosso da AmareMarina: quale futuro per il fronte mare? (30/6/2010)

Legambiente e Coldiretti chiedono un processo partecipativo per la variante al Piano Strutturale (19/1/2010)

ZTL: un’occasione di partecipazione sprecata (21/3/2009)

Sul Piano Strutturale:

Carrara: dopo l’alluvione serve un’idea sana di sviluppo (20/11/2012)

Fermata la speculazione alla Fossa Maestra: adesso vogliamo riqualificarla? (25/3/2011)

Fossa Maestra, una lunga storia di abusi edilizi, omissioni pubbliche e interessi privati: esposto alla Procura (21/3/2011)

Legambiente presenta un mare di osservazioni alla variante al Piano Strutturale (29/3/2010)

Variante al piano strutturale: il Comune nasconde le carte, Legambiente le presenta in pubblico (27/2/2010)

Legambiente e Coldiretti chiedono un processo partecipativo per la variante al Piano Strutturale (19/1/2010)

Osservazioni preliminari alla variante al piano strutturale di Carrara (25/9/2009)

Cemento o Parco a Villa Ceci? Il sindaco gioca sulle parole? (25/10/2008)

Prime osservazioni alla bozza di revisione del Piano Strutturale (23/8/2008)

Incontro con l’assessore all’urbanistica Vannucci: le nostre proposte (26/2/2008)

Cemento in vista: per il candidato sindaco Zubbani il piano strutturale è solo “lacci e lacciuoli” (3/3/2007)

Osservazioni alla variante del piano dell’Arenile (16/9/2006)

Variante al Piano dell’Arenile. Speculazione in vista per l’area della Fossa Maestra (9/8/2006)

 


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *