Dimensione testo » A+ | A–

Smaltimento terre di cava: per smuovere il Comune ci vuole il TG

Share
Print Friendly, PDF & Email

 

Dopo l’arrivo del TG1 il Comune ordina alle cave di smaltire le terre

A fine ottobre Isabella Schiavone del TG1 è venuta a Carrara per documentare come, per lo scarico abusivo delle terre, i ravaneti divenissero suscettibili a colate detritiche che, intasando l’alveo dei torrenti, configuravano il rischio di alluvione. In vista dell’imminente trasmissione, la settimana scorsa il dirigente del settore marmo Tonelli ha diffidato una ventina di cave: o smaltiscono le terre o si vedranno sospendere o decadere l’autorizzazione. Se ne deve concludere che, come già avvenuto con la trasmissione di Report sulla mancanza di concessioni alle cave e sulle polveri sottili, il Comune cerca di correre ai ripari solo dopo aver fatto una figuraccia a livello nazionale.

 

Prima del TG1 i nostri 18 solleciti erano stati ignorati

Bisognava proprio aspettare la trasmissione del TG1 per fare il proprio dovere? È dal 2003 (dopo l’alluvione) che sollecitiamo il Comune a far rispettare il divieto di abbandonare le terre al monte; da allora abbiamo fatto 18 solleciti, tutti minuziosamente documentati, facendo presenti sia i rischi (frana, alluvione, inquinamento delle sorgenti) sia la perdita di entrate (1,8 milioni solo negli ultimi 5 anni) che ha indotto il Comune ad aumentare l’addizionale IRPEF, facendo pagare ai cittadini l’importo evaso dalle cave.

 

Finora dal Comune solo comprensione e copertura dello smaltimento abusivo delle terre

Già nel 2009 il sindaco, con le rassicurazioni che lo smaltimento delle terre è monitorato e sotto controllo e con una serie di se e di ma, lasciava capire che non c’era alcuna intenzione di far rispettare la legge. Infatti la minaccia «se saranno verificate inadempienze saremo inflessibili» non era accompagnata da ordinanze e sanzioni, bensì da rassicurazioni alle cave «se gli accumuli sono pericolosi non solo per le attività di lavorazione, ma anche per la cittadinanza in caso di eventi estremi, avremo gli strumenti per valutare se agire con ordinanze ad hoc».

Le rassicurazioni erano rafforzate da Tonelli che, pur chiarendo che le cave hanno l’obbligo di smaltire le terre, pena la sospensione o la revoca dell’autorizzazione, dichiarava che «se necessario avrebbe proposto tutti gli atti utili a scongiurare il blocco della lavorazione» (anziché a far rispettare la legge). Un vero incitamento al reato!


Le terre smaltite abusivamente superano il doppio di quelle smaltite regolarmente

Non c’è da stupirsi se le terre smaltite abusivamente siano aumentate di anno in anno, fino a raggiungere oltre il doppio di quelle smaltite regolarmente (vi veda il grafico).

Vedremo se stavolta il Comune farà rispettare la legge. Purtroppo anche la recente dichiarazione di Tonelli che il Comune cerca di evitare la revoca dell’autorizzazione non lancia certo il messaggio che stavolta si farà sul serio.

Fig. 1. Terre di cava smaltite regolarmente e abusivamente dal 2005 al 2010, partendo dall’ipotesi (ottimistica) che nel 2005 non vi fosse alcuno smaltimento abusivo. [Fonte: elaborazione Legambiente dei dati forniti ufficialmente dal Comune di Carrara].

Carrara, 29 novembre 2011
Legambiente Carrara

 



Per saperne di più:

Sullo smaltimento abusivo delle terre:

Smaltimento abusivo delle terre di cava: servono fatti, non proclami! (8/11/2010)

Le polveri evitabili – 3. (quelle del sindaco) (VIDEO, 16/9/2010) durata: 18’ 05”

I bisonti del marmo: polveri a volontà (VIDEO, 15/4/2010) durata: 7’ 13”

Fanghi di cava gratis su Miseglia (VIDEO 28/12/2010) durata: 10′ 26″

Miseglia invasa dai fanghi di cava: fino a quando? (28/12/2010)

Cosa (non) si fa per la protezione delle sorgenti? (16/1/2010)

Nonostante le ordinanze la cava La Piana-C è ancora inadempiente. Il Comune intervenga (12/11/2009)

Nubifragio: sorgenti torbide per lo smaltimento abusivo delle terre (11/7/2009)

Ponti di Vara: altri due smaltimenti abusivi di terre di cava (7/6/2009)

Via d’arroccamento Calacata: ancora uno smaltimento abusivo di terre (1/4/2009)

Pulcinacchia: è bastata una pioggia per spazzare via le terre abusive e le rassicurazioni del sindaco (6/3/2009)

Cave, terre, detriti: ma è poi così difficile far rispettare le regole? (28/2/2009)

Via d’arroccamento Pulcinacchia: documentato lo smaltimento abusivo di terre (17/2/2009)

Sulla tolleranza del Comune verso lo smaltimento abusivo delle terre:

Il sindaco rassicura: lo smaltimento delle terre è monitorato. Infatti lo è, ma aumenta continuamente! (24/8/2009)

Pulcinacchia: smaltimento abusivo di terre. Il sindaco si precipita a scagionare i responsabili (20/2/2009)

Smaltimento abusivo di terre nelle cave. Il segretario generale Tonelli istiga al reato (16/2/2009)

Cave e terre: quando l’illegalità diventa diritto acquisito (col beneplacito del sindaco) (13/2/2009)

Sulle problematiche tra cave, dissesto idrogeologico ed alluvione:

Esposto alla Procura: il Comune ha scelto di allagare Miseglia ad ogni pioggia (12/11/2012)

Terre nei ravaneti: rischio di frana e alluvione (VIDEO TG1 22/11/2011) durata: 1’ 23”

Dopo il crollo della palazzina sul Carrione: dibattito “Territorio fragile: maneggiare con cura”. La relazione di Legambiente “Maltempo o malgoverno?” (15/11/2010)

Fanghi di cava gratis su Miseglia (VIDEO 28/12/2010) durata: 10’ 26”

Aspettando la prossima alluvione: gli interessi privati anteposti alla sicurezza (26/3/2007)

In attesa della prossima alluvione: porre ordine alle cave (15/3/2007)

Cave, ravaneti, alluvione: che fare? (Conferenza su alluvione: Relazione Piero Sacchetti, 11/10/2003: PDF, 37 KB)

Fenomeni di instabilità sui ravaneti (Conferenza su alluvione: Relazione Giuseppe Bruschi, 11/10/2003: PDF, 1,1 MB)

Carrione, sicurezza e riqualificazione: un binomio inscindibile (Conferenza su alluvione: Relazione di Giuseppe Sansoni, 17/3/2006: PDF, 3,2 MB)

Alluvione Carrara: analisi e proposte agli enti (11/10/2003)

 


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *