Dimensione testo » A+ | A–

Alluvioni: le segherie di Carrara nel dossier “Effetto Bomba”

Share
Print Friendly, PDF & Email

I cambiamenti climatici obbligano a guardare in modo diverso al territorio, perché proprio la gestione del territorio può contribuire ad aggravare i rischi per le persone e le cose. Di fronte a questo scenario servono anche scelte nuove, radicali: in caso di edifici che mettono a rischio le persone che vi abitano o vi lavorano e anche chi sta intorno, l’unica scelta possibile è quella della demolizione e delocalizzazione delle attività. La politica deve avere il coraggio di prendere decisioni non più rinviabili.

In questo dossier Legambiente ha individuato dieci casi simbolo di autentiche situazioni di emergenza nel territorio italiano, dove occorre intervenire subito per mettere in campo questo cambiamento. Lo abbiamo voluto denominare “Effetto bomba: gli edifici che amplificano i danni degli eventi climatici estremi” proprio perché sono immobili e aree urbanizzate che mettono in pericolo le persone che vi abitano o lavorano e dove l’unica scelta possibile è quella della demolizione e delocalizzazione.

Le situazioni individuate rappresentano vere e proprie bombe a orologeria, in attesa del prossimo evento meteorologico, perché mettono in pericolo vite umane e richiedono notevoli spese per riparare i danni, di anno in anno più elevate.

Tra i dieci casi simbolo vi sono anche le segherie di Carrara (alle pagine 19-20 del dossier).

 Scarica il dossier “Effetto Bomba”

 



Per saperne di più:

Sulle alluvioni locali:

La maggioranza cerca le cause dell’alluvione? Si guardi allo specchio!  (28/1/2015)

Carrara: le alluvioni procurate. Come difenderci  (VIDEO, 15/12/2014)

Basta alluvioni: meno opere, miglior politica urbanistica  (15/11/2014)

Alluvione di Carrara: chiediamo scelte coraggiose (lettera a Rossi)  (12/11/2014)

 Scandalo Carrione: “Legambiente, inascoltata Cassandra” (Articolo di M. Imarisio sul Corriere della Sera, 6/11/2014)

Dopo l’alluvione: cambiare prospettiva  (6/11/2014)

Carrara: dopo l’alluvione serve un’idea sana di sviluppo (20/11/2012)

Esposto alla Procura: il Comune ha scelto di allagare Miseglia ad ogni pioggia (12/11/2012)

Interpellanza parlamentare: critiche ai lavori fluviali post alluvione sul Magra (3/7/2012)

Dopo l’alluvione: il Magra, scavato e “ripulito” è ora più pericoloso. Lettera-esposto di Legambiente (15/6/2012)

Alluvione nel basso Magra: vere e false soluzioni (VIDEO 28/1/2012)

Alluvione Lunigiana: cause e soluzioni (conferenza Sansoni) (VIDEO 10/12/2011) durata: 38′

Alluvione Lunigiana. Legambiente alle Regioni: basta alibi, stop al cemento (28/11/2011)

Aulla, l’alluvione prevista da Legambiente (VIDEO 7/11/2011)

Terre nei ravaneti: rischio di frana e alluvione (VIDEO 22/11/2011)

Aspettando la prossima alluvione: gli interessi privati anteposti alla sicurezza (26/3/2007)

In attesa della prossima alluvione: porre ordine alle cave (15/3/2007)

Alluvione Carrara: analisi e proposte agli enti (11/10/2003)

 Carrione, sicurezza e riqualificazione: un binomio inscindibile (Conferenza su alluvione: Relazione di Giuseppe Sansoni, 17/3/2006: PDF, 3,2 MB)

 Fenomeni di instabilità sui ravaneti (Conferenza su alluvione: Relazione Giuseppe Bruschi, 11/10/2003: PDF, 1,1 MB)

 Cave, ravaneti, alluvione: che fare? (Conferenza su alluvione: Relazione Piero Sacchetti, 11/10/2003: PDF, 37 KB)

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PARTECIPA !