Dimensione testo » A+ | A–

Cave: importante esposto del Coordinamento Apuano

Share
Print Friendly


 
Il 17 novembre 2016, il Coordinamento Apuano ha consegnato alla Procura della Repubblica di Massa Carrara un importante esposto sottoscritto da Legambiente, Italia Nostra, WWF, CAI, FAI, Società dei Territorialisti e Rete dei Comitati a difesa del Territorio. Estensore dell’esposto è l’Avv. Vannetti (dei Centri di Azione Giuridica di Legambiente e professionista del Foro di Grosseto).

Sebbene l’esposto, relativo a parecchie cave apuane, sia corposo e particolarmente documentato, non ne pubblichiamo il testo per non compromettere la riservatezza delle indagini. Ci limitiamo pertanto a rendere pubblici 4 dei 13 allegati dai quali, comunque, è chiaramente apprezzabile la serietà e l’accuratezza della documentazione fornita alla Procura della Repubblica.

“Con la consegna dell’esposto –dichiarano all’unisono i Presidenti Nazionali delle organizzazioni firmatarie– si apre una fase nuova per il movimento a tutela delle Alpi Apuane. Una fase in cui, con forza inedita, vogliamo riaffermare il prerequisito della trasparenza e della legalità, affinché un territorio ferito come quello apuano possa finalmente riscattarsi dalle umiliazioni e dalle distruzioni degli ultimi anni, intraprendendo un percorso di sviluppo sostenibile e durevole”.

Oltre all’importanza intrinseca dell’esposto, merita evidenziare un significato più profondo dell’iniziativa, tanto simbolico quanto concreto: l’impegno congiunto sottoscritto dai presidenti nazionali delle principali associazioni ambientaliste, infatti, segna una svolta nella lotta a difesa delle Apuane che, superati i confini locali, è diventata una questione di livello nazionale.

Si aprono così nuovi spazi per il superamento della monocultura del marmo e per intraprendere uno sviluppo alternativo, fondato sulla valorizzazione dell’insieme delle risorse territoriali (agroforestali, idrogeomorfologiche, paesaggistiche, escursionistiche, artigianali, artistiche, culturali, insediative, energetiche, ecc.), che coinvolga attivamente le popolazioni locali e i soggetti sociali (imprenditori, cooperative, amministrazioni, sindacati, associazioni, ecc.).
 


Leggi gli allegati:

 

Share
Custom Single Post Templates Manager via Themes Town