Dimensione testo » A+ | A–

Precisazioni sul taglio dei pini

Share
Print Friendly, PDF & Email

 
In merito alle ultime affermazioni dell’assessore Raggi «Legambiente si è sempre detta favorevole al taglio dei pini e ha condiviso le ragioni dell’amministrazione» vogliamo precisare quanto segue.

Ai primi di marzo abbiamo avuto un incontro con l’assessore Raggi, nel corso del quale siamo stati informati che l’amministrazione intendeva sostituire dei pini lungo alcune strade cittadine e ci è stato chiesto l’aiuto per individuare le piante più adatte per la loro sostituzione. L’assessore ha anche aggiunto che in viale Colombo sarebbero state inserite le palme al posto dei pini.

Abbiamo preso atto di quanto dichiarato da Raggi, ritenendo che intendesse abbattere pini malati o pericolosi per la popolazione, cosa comprensibilissima, visto che il dissesto del manto stradale e dei marciapiedi causato dalle radici dei pini è un problema ben noto e che gli interventi periodici per porvi rimedio, comportando il taglio di radici superficiali, indebolisce i pini stessi, conducendo alla fine alla loro destabilizzazione.

Abbiamo perciò dato la nostra disponibilità a suggerire piante adatte alle diverse situazioni esprimendo, invece, ferma contrarietà all’uso delle palme e abbiamo detto all’assessore che a nostro parere era necessario avviare un immediato confronto con i cittadini residenti per arrivare a scelte condivise.

Dunque appare chiaro che la decisione di abbattere i pini era già stata presa prima dell’unico incontro da noi avuto con l’assessore e che l’affermazione «la decisione è stata presa dopo l’incontro con Legambiente» non è vera (era già stata presa prima) e, soprattutto, è tendenziosa poiché lascia surrettiziamente intendere che sia stata concordata con Legambiente.

Manteniamo comunque, nell’interesse della cittadinanza, la nostra disponibilità a suggerire specie di piante adatte a sostituire i pini, laddove servisse, e ribadiamo che la via maestra per scelte che impattano con la vita quotidiana delle persone è sempre quella di un confronto preventivo tra chi amministra e la cittadinanza.

Carrara, 12 giugno 2019
Legambiente Carrara
 



Per saperne di più:

Sul taglio pini e verde pubblico:

Viali: palme al posto dei pini? Una scelta sbagliata, nel merito e nel metodo  (11/6/2019)

Taglio del bosco di Villa Ceci: il Comune deve intervenire  (10/6/2013)

Taglio dei pini a Villa Ceci: come sbagliare anche operando bene  (7/2/2013)

 

Share

3 comments

  1. Ulisse ha detto:

    Carissimi di lega ambiente suggerirei la specie Acer pseudoplatanus in quanto e una pianta caducifoglia e in estate ha una bella chioma e garantisce una bella ombra ; non dissesta le pavimentazione dei marciapiedi e strade.
    Le palme hanno altri problemi si vedano punteriolie altri inefstanti.

    saluti Ulisse Landi

  2. Saveria PRINZ ha detto:

    Lascia stupefatti la leggerezza con cui è stato trattato
    il tema del rifacimento stradale caricando tutto
    dell’unica possibilità della ” cancellazione ” dei pini,
    quando, a pochi metri vi é stato un ottimo
    intervento pubblico per salvaguardare i pini
    ripensando soluzioni per i marciapiedi.
    Anche l’imprenditore Costantino ha salvato
    i pini rifacendo comodi marciapiedi.
    O ci troviamo tra incompetenti assoluti
    e pericolosi da noi eletti o…e a pensar
    male si fa peccato ma..

  3. Gilberto N. Baldaccini ha detto:

    Se posso dare un contributo a sostegno delle scelte, suggerisco di contattare l’assessore ai lavori pubblici di Camaiore, Marcello Pierucci, che alcuni anni fa ha effettuato un intervento per salvare le alberature di una intera strada residenziale, costituite da pini (Pinus pinea)che deformavano il fondo stradale e rendevano difficile il transito dei pedoni. Poichè è trascorso un certo periodo di tempo dall’intervento, credo che se ne possano valutare gli effetti sulla salute delle piante rimaste a dimora. So che è stato costoso ma forse paragonabile alla totale sostituzione delle alberature di viale Colombo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *